Cerca
domenica 20 giugno 2021 ..:: Chi siamo » La nostra storia ::.. Registrazione  Login
   Riduci

 Stampa   

   Riduci

 

ASSOCIAZIONE
FILARMONICA TORINO MIRAFIORI




L'anno 2014 per la Filarmonica Torino Mirafiori sarà molto importante, in quanto ricorrerà il trentesimo anno dalla sua fondazione. La Filarmonica è relativamente giovane e non ha alle spalle una storia antica come quella di altre bande musicali.
Nel 1984, anno della sua nascita, i suoi elementi erano davvero giovanissimi, ragazzini delle elementari e delle medie che cominciavano una nuova avventura nel mondo della musica e che, iniziando a suonare da piccoli, sentivano la musica come una vera passione e la portano nel loro cuore ancora oggi.
Gli anni che hanno preceduto la costituzione sono serviti a formare gli allievi dei corsi musicali organizzati nel quartiere Mirafiori della periferia di Torino, non solo musicalmente, ma anche socialmente, in modo da creare aggregazione tra i giovani e gli adulti che potevano insegnare ai primi e apportare le loro esperienze musicali e di vita.
Questa aggregazione, diventata sempre più salda nel corso del tempo, ha fatto si che molti soci fondatori vollero fortemente costituire la Filarmonica Torino Mirafiori che può contare oggi su un organico di 35 – 40 elementi.
Inizialmente si rivelò fondamentale l'aiuto dei Maestri di musica e dei Presidenti dell’Associazione che, in molte occasioni, si sono rivelati anche dei maestri di vita oltre che degli amici.
Il maestro Lucio Alunni è stato il primo che ha portato i giovani per mano verso la strada della musica insegnando le note, il pentagramma, il solfeggio …….ed infine il sospirato strumento musicale: il quartino, il flauto, il clarinetto, la tromba, tutti strumenti piccoli, perché piccoli inizialmente erano i ragazzi.

Le prime uscite della Banda sono avvenute per le vie del quartiere, senza le divise, i berretti, le cravatte, ma con tanta voglia di suonare e di farsi conoscere.
Negli anni a seguire venne la prima divisa, comprata usata, con l'inconfondibile berretto rosso e successivamente la nuova divisa blu scura con il camiciotto azzurro, i pantaloni con una striscia rossa sul lato della gamba che scendeva fino al piede, questa volta tutto su misura.
La sala prove veniva trasferita ogni 2-3 anni tra i vari complessi scolastici del quartiere, fino a trovare la sua attuale sede nel complesso scolastico di Strada Castello Mirafiori.
Importantissimo è stato il lavoro svolto dai primi due Presidenti: Giuseppe Bramato e Raimondo Amato. La volontà, il tempo e l'amore che hanno dedicato alla banda e alle persone che la componevano è stato notevole ed ora che entrambi purtroppo non ci sono più la Filarmonica li ricorda con grande affetto per il vuoto incolmabile che hanno lasciato. Il Maestro Lucio Alunni, scomparso nel 2008, aveva già da qualche tempo lasciato il suo incarico al Maestro Michele Mazzeo, anch'egli non più tra noi, che ha dimostrato un attaccamento smisurato alla Filarmonica. A loro è succeduto il Maestro Bruno Gamba che ha diretto la Filarmonica fino al 2012 al quale va un sentito ringraziamento per il notevole impegno profuso e che va sicuramente rivolto anche alla prof.ssa Giuseppa Brunetto che dal 1993 al 2008 ha ricoperto l’incarico di Presidente, e alla Segretaria Maria Vasile che ha coadiuvato nelle varie attività la Presidente. 

L'Associazione è sempre stata come una grande famiglia, anche perché a volte ne facevano parte nuclei famigliari quasi completi; basti ricordare le famiglie dei Masciandaro, padre con quattro figli; dei Marino, padre con i tre figli; dei Mari, tre fratelli con un cugino; dei coniugi Valenti con il figlio; dei Bevilacqua, nonno con due nipoti; e infine quelle famiglie i cui componenti erano solo, si fa per dire, due; Astorino, Azzolina, Bergamo, Bevacqua, Rota, Russo, Totino, Zulli, Andreolla.......tutti piccoli ragazzi che il "nonno" Giuseppe L'Incesso aveva preso sotto la sua ala protettiva.

Quando si parla di banda si pensa sempre ai musici, ma spesso dietro c'è una piccola organizzazione di persone che la gestiscono e la portano avanti con grossi sacrifici e problemi da affrontare. Ne sono esempi gli attuali Presidente Delio Valenti e Vicepresidente Mario Renzo Andreolla oltre ovviamente in stretta collaborazione con il Tesoriere, il Segretrio, gli Archivisti, il Dispensiere, l'Addetto al vestiario e agli strumenti, i Consiglieri, tutte persone che oltre a suonare dedicano parte del loro tempo per la buona riuscita delle attività svolte dalla banda. Tutto il Direttivo collabora dal 2013 con l'attuale nuovo Mestro Flavio Bertoni, un giovane ragazzo alle prime "armi" che arriva infatti direttamente dalla scuola della famosa Fanfara Militare della Brigata Alpina Taurinense.

La Filarmonica Torino Mirafiori, che per statuto non ha scopo di lucro ed è regolarmente iscritta nel Registro Regionale del Volontariato, persegue iniziative per la realizzazione di attività volte al proprio miglioramento artistico e organizzativo, favorisce l'educazione e la formazione musicale dei giovani della Circoscrizione 10, partecipa alle manifestazioni e concerti per la diffusione della musica e del recupero dei valori sociali e popolari.

La Banda partecipa alle più importanti manifestazioni che si svolgono nella città di Torino: la festa patronale di San Giovanni del 24 giugno, la presenza lungo il percorso della StraTorino, la sfilata del 1° maggio tra le vie del centro per la Festa dei Lavoratori, i raduni bandistici nel centro di Torino e al Parco del Valentino. Presenzia inoltre alle manifestazioni per la ricorrenza della Liberazione e la commemorazione dei caduti del 25 aprile che hanno luogo presso i ceppi di via Artom, di via Ventimiglia, del Martinetto, del Parco Ruffini e di Cavoretto.
Partecipa anche alle manifestazioni religiose e non, di tutte parrocchie della Circoscrizione 10, come le processioni, la Festa del Pane in ricordo dei castellani di Miraflores, e le feste organizzate dai commercianti locali.
Ci sono poi i momenti più divertenti come la partecipazione al carnevale, non solo della città di Torino, in corso Traiano, via Vigliani, via Tripoli, ma anche dei paesi limitrofi: Rivoli, Carmagnola, Venaria, Agliè e altri.
Dalle varie manifestazioni a cui la banda partecipa si evidenzia che il repertorio musicale è assai vasto e spazia dalle allegre marce popolari alle classiche sinfoniche, dalle marce militari e vari inni a quelle religiose, dalle fantasie ai canzonieri e ai ballabili, dalle opere ai pezzi di musica leggera moderna.

La Filarmonica Mirafiori svolge anche un utile servizio sociale in collaborazione con l'associazione dei donatori di sangue dell'Avis di Torino, contribuendo a far conoscere l'associazione e risvegliando le coscienze delle persone per aumentare il numero dei donatori di sangue. Ha inaugurato il centro di Pianezza e il nuovo centro di raccolta di Torino in via Piacenza e allieta inoltre la corsa podistica che tutti gli anni si corre nel mese di settembre al Parco del Valentino o della Pellarina.

Tra i momenti di aggregazione particolarmente emozionanti si ricordano le prime gite di due giorni organizzate nel 1987 a Rimini, Fiorenzuola, San Marino, e nel 1992 a Caorle, provincia di Venezia, con visita alla città, entrambe contornate da sfilate e piccoli concertini lungo le vie di quei luoghi. Molti di noi ricordano ancora con piacere, l’ultima gita che si è svolta nel 2004 tra Assisi e Perugia con il concerto sul Sagrato della Basilica Superiore di San Francesco d’Assisi.
I piacevoli ricordi e i racconti delle persone che hanno partecipato alle precedenti gite unite al desiderio da parte dei nuovi componenti di vivere altrettante emozionanti esperienze, ci spinge, come Filarmonica, ad organizzare sempre nuove occasioni di aggregazione anche al di fuori della nostra realtà cittadina. In questo ultimo periodo stiamo già lavorando per organizzare una gita che lasci un ricordo indelebile in tutti noi legato al venticinquesimo anno di attività dell’Associazione.
Altri piacevoli momenti di aggregazione sono i concerti, soprattutto quello di Santa Cecilia, la patrona delle bande musicali, che è sempre seguito dal pranzo sociale (bello quello suonata nella Chiesa del Colle Don Bosco del 2011); ci si ritrova poi sempre volentieri nelle festività di Natale e di fine anno con i successivi rinfreschi e lo scambio degli Auguri, un modo per ringraziare e ricompensare in qualche modo tutti coloro che durante l'anno hanno suonato, lavorato, fatto sacrifici e dedicato il loro tempo nel complesso bandistico. 

La storia continua.............largo ai posteri!!! 


 Stampa   

Copyright (c) Filarmonica Torino Mirafiori 2008   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2021 by DotNetNuke Corporation